Chess by Cellfun

Chess by Cellfun è una delle migliori versioni di software per giocare a scacchi disponibile per piattaforma mobile (cellulare) sviluppato in Java. Con questo software si può selezionare il colore dell’avversario, il livello di difficoltà ed il tempo limite per le mosse.
La cosa bella di tale software è che permette di giocare contro un amico utilizzando lo stesso cellulare, permette di alternare più viste (scacchiera ed altri dettagli), visualizzare i dati dei giocatori, i tempi per le mosse, i pezzi persi, la cronologia delle mosse, statistiche.
Un’altra caratteristica che lo differenzia da prodotti similari è la possibilità di gicare online (occhio alle spese di connessione) basata sul sistema Elo (per calcolare il livello degli avversari).
Il link da cui potete scaricare il programma è il seguente: Chess by Cellufun

l Cavallo negli Scacchi

Il Cavallo è, tra i pezzi che compongono gli scacchi, quello caratterizzato da un movimento molto particolare, nonchè l’unico che può saltare i pezzi alleati o dell’avversario muovendo. Il cavallo muove con la caratteristicha L, che ne fa un figura molto flessibile ed in grado spesso di cogliere impreparato un avversario, due cavalli nelle zone centrali della scacchiera sono una grande insidia anche per un giocatore preparato, saperlo usare bene fa la differenza tra un giocatore mediocre ed uno bravo.

Per capire l’importanza di tenere il Cavallo verso il centro della scacchiera si può citare un detto: “Un Cavallo posto al margine è come l’acqua di fronte all’argine”, infatti se un cavallo si trova al bordo della scacchiara la sua possibilità di muoversi sarà molto più limitata e quindi anche l’utilità che ne deriva parzialmente compromessa. Esso è molto importante soprattutto nelle situazioni abbastanza chiuse, mentre nel finale di partita il suo valore diminuisce, come l’Alfiere, in una scala da 1 a 10 il valore del cavallo è 3.

Campionato Italiano Programmi Sacchistici

Domenica 10 dicembre 2006 si è conclusa a Coma la sesta edizione del Campionato Italiano Programmi Sacchistici. Il vincitore è stato il software Delfi scritto dal programmatore Fabio Cavicchio, vincitore delle ultime quattro edizioni.
Delfi ha concluso il torneo vincendo tutte le partite, al secondo posto si è piazzato Chiron, del ventenne Ubaldo Andrea Farina, al terzo posto invece si è classificato Leila, il programma di Carmelo Calzerano.
Per tutte le altre informazioni sull’importante manifestazione, i risultati, le partite, le fotografie ed i filmati potete vedere il sito del Gruppo Scacchi e Informatica.

L’apertura negli Scacchi

Le prime mosse di una partita di scacchi sono fondamentali per tutto il proseguimento del match, commettere un errore all’inizio può compromettere di molto l’andamento di tutta la partita.

Non esistone dei principi assoluti so come giocare le prime mosse di una partita, il linea di principio si possono stabilire delle regole generali che però vanno contestualizzati con le mosse dell’avversario naturalmente:

  • Cercare di controllare il centro della scacchiera con i propri pezzi;
  • Non lanciarsi in un attacco prematuro;
  • Limitare le mosse dei pedoni per permettere di far uscire gli altri pezzi in modo armonico;
  • Arroccare quanto prima per mettere il Re al riparo e far entrare la Torre tra i pezzi attivi della partita;
  • Sviluppare il precedenza Cavalli ed Alfieri, solo in fase successiva la Donna e le Torri;
  • Adottare una strategia flessibile per adattarsi meglio alle mosse dell’avversario e rispondere prontamente.

Aneddoti e curiosità sul gioco degli scacchi

In questa sezione seono raccolti molti aneddoti e curiosità che riguardano il gioco degli scacchi e la sua storia, spero che possiate apprezzare questi approfondimenti.

La prima curiosità che vi voglio introdurre riguarda la Partita degli scacchi viventi che ogni anno si disputa nella cittadina di Marostica. Se siete interessati a questa menifestazione andate a visitare la pagina dedicata Marostisca Scacchi oppure utilizzando il solito menu.

L’Alfiere

L’Alfiere si muove solo lungo le diagonali e di quante caselle vuole, ogni giocatore ha due alfieri, uno si muove su caselle bianche, uno su caselle nere, denominato quindi Alfiere campochiaro e Alfiere camposcuro.

L’Alfiere può muoversi agilmente se nella scacchiera vi sono pochi pedoni, altrimenti la sua utilità è limitata, insieme al Cavallo è chiamato figura leggera, su di una scala da 1 a 10 il valore che gli si attribuisce è di 3.

La Torre nel gioco degli Scacchi

La Torre è uno dei pezzi più importanti del gioco, soprattutto nella fase avanzata. Essa può muovere di un numero illimitato di caselle in verticale ed orizzontale, dando molto filo da torcere agli avversari. Nelle prime fasi di gioco, dato la numerosa presenza di pezzi il movimento delle Torri risulta limitato mentre Cavallo ed Alfiere sono più efficaci, ma con la Donna nelle fasi finali risulta spesso decisiva.

In una scala da 1 a 10 il valore assegnato alla Torre è 5.

by SEOVISION - P.IVA 04016620231